Il bando pilota INNOWWIDE mira a portare le PMI europee innovative in prima linea nei mercati internazionali finanziando i VAP (Viability Assessment Projects – Progetti di valutazione della sostenibilità) in collaborazione con le parti interessate locali in tutto il mondo, creando le condizioni per aumentare l’adozione di soluzioni innovative europee nei mercati extraeuropei. Il programma segue un approccio bottom-up, senza argomenti specifici da affrontare.

Beneficiari

La domanda deve essere presentata da una PMI stabilita in uno stato membro dell’UE o in un paese associato a Horizon 2020, che subappalta un partner locale.

Sono ammissibili le PMI, comprese le giovani imprese e le start-up, provenienti da qualsiasi settore che vogliano competere e avviare affari nei mercati nuovi ed emergenti di tutto il mondo.

La PMI beneficiaria deve essere impegnata in un’attività economica e avere capacità tecnologiche (vendita di prodotti o fornitura di servizi sul mercato a un dato prezzo). Anche le imprese di nuova costituzione (start-up) o società prive di attività economica (ma in attesa di entrare presto sul mercato) possono essere considerate ammissibili.

Interventi

I VAP sono una serie completa, equilibrata e coerente di valutazioni preliminari tecniche, di mercato, legali e socioeconomiche intese a convalidare la fattibilità di soluzioni di imprese innovative e internazionali lungo le catene del valore globali emergenti.

Ogni VAP dovrebbe:

  • Caratterizzare una partnership di co-creazione con un partner locale (subappaltatore) – ad es. un fornitore, un cliente, un consulente, un consulente legale, un fornitore di ricerca e sviluppo, un collaboratore o un assorbitore – da un paese obiettivo del VAP.
  • Includere un’ampia varietà di attività per esplorare la fattibilità pratica, tecnologica e commerciale di una soluzione innovativa e come si adatta alle condizioni e alle richieste locali.
  • Durare non più di sei mesi.
  • Essere la prima fase di un potenziale progetto di cooperazione tecnologica innovativo con un attore in quel paese, nel breve o medio termine.

Dopo l’esecuzione del progetto, la PMI dovrebbe avere una visione chiara delle attività da realizzare nel nuovo potenziale mercato di riferimento insieme al partner strategico, che potrà incoraggiare future decisioni di investimento da parte di potenziali acquirenti, investitori, utenti finali ecc.

È obbligatorio chiarire perché è necessario un VAP, compresa una spiegazione dei vincoli da affrontare.

Il progetto deve fornire approfondimenti su quanto segue:

  • Fattibilità tecnica (upgrade / trasferimento / integrazione)
  • Modello di business
  • Aspetti legali
  • Aspetti politici
  • Investimenti necessari
  • Sfruttamento

Il VAP dovrà generare un report, basato su:

  • L’intenzione da parte della PMI e del suo partner locale di investire ulteriormente nella collaborazione e negli investimenti congiunti;
  • La disponibilità dei potenziali utenti finali / clienti ad agire come clienti di lancio.

I VAP finanziati devono includere combinazioni delle seguenti attività:

1. Facilitazione della co-creazione e dell’uptake tecnologico (servizi di innovazione e trasferimento tecnologico)

  1. Definizione di un progetto complementare di R&S congiunto per la co-creazione o l’adeguamento tecnologico con il subappaltatore locale o altro/i partner locale/i
  2. Analisi dell’ambiente IP
  3. Technology scouting e verifica della novità
  4. Valutazione della tecnologia
  5. Analisi della situazione giuridica della tecnologia
  6. Protezione della tecnologia e progettazione della strategia di valorizzazione
  7. Technology partnership matchmaking
  8. Prove su scala ridotta di consapevolezza del concetto (processo e assimilazione, ulteriore lavoro preparatorio per la ricerca e lo sviluppo)

2. Prospettive di mercato

2.1. Ricerche di mercato (analisi e studi sul campo):

  1. Rilevazione tempestiva delle indagini sulle opportunità commerciali (pre-concettualizzazione)
  2. Analisi qualitativa (analisi del consumatore: segmenti, preferenze, modelli, motivazioni, opinioni, attitudini, valori, cultura, …)
  3. Ricerca commerciale del prodotto (esperienza del cliente locale orientata: concetto, design, fornitura, utilizzo …)
  4. Analisi quantitative di mercato (reali, potenziali, tendenze)
  5. Analisi della concorrenza (quota di mercato, posizionamento, proposte di valore, catene di valore …)
  6. Analisi dei potenziali partner per la distribuzione e il marketing
  7. Analisi dei potenziali fornitori
  8. Analisi PESTLE (questioni sociali, economiche, ambientali, tecnologiche e legali)

2.2. Verifica di conformità:

  1. Verifica amministrativo / legale dell’FTO / due diligence
  2. Identificazione delle migliori pratiche sociali e culturali e pianificazione dell’implementazione

2.3. Viaggi di analisi aziendale (debitamente giustificati):

  1. Fiere / conferenze / giornate informative / eventi di networking e matchmaking
  2. Workshop / incontri congiunti con potenziali partner
  3. Seminari con i partner per preparare proposte / progetti congiunti

2.4. Preparazione specifica del materiale tecnico promozionale (orientato alla valorizzazione della tecnologia) – Consultare le linee guida per i dettagli completi delle possibili attività.

Per essere ammessi, la proposta deve includere almeno:

  • 4 elementi della Sezione 1 – Facilitazione della co-creazione e dell’uptake tecnologico (servizi di innovazione e trasferimento tecnologico)
  • 4 elementi della sezione 2.1 – Ricerche di mercato (studi di settore e sul campo)
  • 1 elemento dalla Sezione 2.2 – Verifica della conformità
  • Le sezioni 2.3 e 2.4 sono facoltative e dovrebbero essere debitamente giustificate ai fini della VAP.

Finanziamento

Il progetto deve avere costi ammissibili totali di almeno 86.000 euro, per un contributo fisso di 60.000 euro pari al 70% a fondo perduto.

Il 50% verrà erogato all’inizio del progetto. Trascorsi i 6 mesi, dopo l’approvazione del report, verrà pagato il restante 50%.

Fonte

Bando

Scadenza

Dall’01-04-2019 al 31-05-2019

Link

Informazioni

Condividi con